+39 055.4625052

I migliori ristoranti di Firenze

  • 15 marzo 2018

Firenze è una città da scoprire, non solo artisticamente, ma anche a tavola, infatti, la cucina fiorentina è particolarmente deliziosa e merita assolutamente di essere provata. È una cucina ricca di piatti gustosi e saporiti che si basa su ingredienti semplici e genuini come Pane toscano, olio extra-vergine d’oliva, carni e vino. A Firenze sono numerosi i ristoranti dove poter gustare i prodotti locali e i piatti tipici della tradizione, ce n'è per tutti i gusti.

Un ristorante davvero unico dove ancora è possibile trovare quei sapori della Toscana tanto cari ai fiorentini è la Trattoria Baldini in Via il Prato 96r, a pochi passi dalla stazione ferroviaria. Da Baldini la cucina è fatta di quattro elementi: il classico pane senza sale, l’olio extravergine d’oliva, la carne alla griglia e il vino. La trattoria è ben conosciuta in città come uno dei luoghi consigliabili per mangiare la famosa bistecca alla fiorentina ma si possono assaggiare tutti i piatti tipici della cucina toscana. Un altro ristorante in cui andare assolutamente è la Trattoria La Casalinga in Via dei Michelozzi 9r, a pochi passi dalla Basilica di Santo Spirito. In attività dal 1963, la trattoria conserva segreti e sapori della tradizione culinaria fiorentina. Da provare l'ottima ribollita oppure l'arista che lo chef prepara ancora tutta intera con l'osso.

Imperdibile anche il ristorante La cucina del Ghianda in Via dell’Agnolo 85/r-91/r, zona Santa Croce. Rappresenta il tipico esempio di come una semplice passione possa trasformarsi in un lavoro a tutti gli effetti, infatti, questo locale nasce dalla volontà di un pneumologo di Careggi, Iacopo Iandelli, di trasformare l’hobby per la cucina in un impiego a tempo pieno. Ottimo rapporto qualità prezzo e menù da leccarsi i baffi, toscano con tocchi da altre regioni. Un altro ristorante con un ottimo rapporto qualità prezzo è il Borderline in Corso Italia 35r, a due passi dal vecchio Teatro Comunale. Offre un menù ricco di tradizione che rivisita in chiave contemporanea proponendo anche piatti di pesce, come lo squisito baccalà fritto su passatina di ceci.

A due passi dal centro storico, in Via Faentina 2r, zona Parterre, si trova il locale Pane e Olio, il ristorante è piccolo ma la cucina è grande. Conosciuto sin dal 1988, rappresenta un’oasi di tranquillità e di gusto nello splendido contesto del Ponte Rosso lungo il fiume Mugnone. Il menù è essenziale con piatti semplici e gustosi, che esaltano ingredienti cercati con estrema cura. Un'altra delle mete della gastronomia fiorentina è sicuramente la Vecchia Osteria del Nacchero nella tranquilla Piazza Gavinana, una trattoria più per fiorentini che per turisti. La cucina abbraccia la tradizione locale e la scelta delle materie prime prevalentemente a chilometro zero. In menù tagliolini al tartufo, ravioli ai funghi porcini, lampredotto, bollito, trippa, bistecca, tutto rigorosamente alla fiorentina.

Se cercate squisiti piatti di pesce dovete assolutamente provare la cucina del ristorante Burro & Acciughe in Via dell'Orto 35r, zona San Frediano. Ambiente curato ma minimale, tovagliette e tovaglioli di carta per un menù dove il pesce è protagonista assoluto. Non perdete l’occasione di provare: gli spaghetti con acciughe del Cantabrico con pinoli e pangrattato tostato, i paccheri del pescatore e la frittura di mare. Un altro ristorante dove mangiare del buon pesce fresco è Da Settimo in Via del Barco 21, tra i primi ristoranti in città specializzati in cucina di solo pesce. Locale arredato con gusto elegante ma informale dove meritano di essere provati l’antipasto misto mare, gli spaghetti al nero di seppia e bottarga e quelli classici alle vongole, l’astice alla catalana e la mousse di cernia.

In zona San Lorenzo e precisamente in Via Rosina 2r si trova la Fiaschetteria - Trattoria Mario, locale storico di Firenze con tanto di attestazione del Comune. Persone da tutto il mondo approdano in questa trattoria per gustare la vera Firenze, infatti, qui rivive l'antica tradizione culinaria toscana, fatta di piatti poveri ma gustosi e prodotti freschi, come la ribollita, la trippa, il peposo di manzo con patate in umido o la bistecca alla fiorentina. Un’altra storica trattoria di Firenze è Da Burde, dove lo chef Paolo Gori e il sommelier Andrea Gori portano avanti una tradizione che ormai risale a oltre un secolo fa. Qui la tradizione di Nonna Irene si sente nelle ricette e nei sapori toscani al cento per cento. Nasce come fiaschetteria e non a caso la cantina è uno dei punti di forza con ben 500 etichette di vino e champagne. Da provare la pasta condita con lo squisito ragù scappato, il bollito con salse e sottaceti e l’immancabile fiorentina.

Addentrandosi lungo la centrale via Guelfa si raggiunge il ristorante Vecchio Cancello, un ambiente piacevole, caldo ed intimo dove gustare una deliziosa cucina d'autore. Sorge dove prima vi era un vecchio podere, punto di riferimento per tutti i pastori che, in viaggio verso la Maremma, cercavano un posto in cui riposare, e proprio a questi pastori si deve il nome del podere, al cui ingresso era posto un cancello. Oltre alla bistecca alla fiorentina, occupano un posto d'onore nel menù il pollo del vecchio cancello e la trippa del fiorentino. Infine, per chi vuole, oltre che mangiare bene, anche godere di una vista mozzafiato su tutta la città di Firenze vi è il ristorante Se Sto on Arno. Posto al sesto piano dell’Hotel Excelsior in piazza Ognissanti, nel cuore del centro storico, il ristorante unisce una cucina mediterranea e contemporanea ad un ambiente unico.

Il giudizio degli ospiti